Diario

La stanza era vuota, adesso. Come tutte le altre. Tutto rimaneva silenzioso e squallido come solo gli ospedali possono essere: quelle fredde luci al neon, le pareti verdoline, le piastrelle vecchie e sbiadite. E quel fastidioso odore di medicinali. Di fuori cominciava ad imbrunire e la pioggia sui vetri giocava con le luci dei primi … More Diario