Il carcere, la pena di morte, e il baraccone dell’informazione

Nell’agonia di una noiosa domenica sera, faccio zapping sul televisore. Su un canale c’è una serata dedicata alla vita dietro le sbarre, sembra la cosa più interessante. Ho perso i primi documentari, ma arrivo in tempo a seguirne uno dall’inizio. Si parla di carceri di massima sicurezza in America, e la troupe di National Geographic…

Informazione?

Alziamo un bel polverone, creiamo del caos a dovere, deviamo l’attenzione su mille piccole cose così che tutto il resto, anche – e soprattutto – le cose importanti, passi inosservato. Questo il messaggio che mi sembra provenire, non solo dalla politica, ma anche dall’informazione italiana, dai mass-media in generale. Si, perché,dopo aver letto quelle notizie…