Partire, diverso viaggiare….

Era chiuso nella sua stanza d’albergo, al tredicesimo piano. Le finestre spalancate lasciavano entrare aria calda, soffocante. Un cielo grigio, omogeneo tappeto sopra la città, rendeva il tutto ancora più opprimente. Il rumore degli impianti di aerazione saliva costante dal fondo del cortile interno. Tra poco una pioggerellina costante e deprimente sarebbe iniziata per protrarsi … More Partire, diverso viaggiare….