About

10272709_10203014206989171_6674825998125921634_o
Nato a Roma, costretto nella stessa dalla vita imposta dalla società, appena ho potuto sono partito in cerca di una vita mia e della mia strada da seguire.

Prima in Italia, poi in Scandinavia (dove ancora mi trovo, momentaneamente) con qualche salto in giro per il mondo.

Esperienze nuove,  sempre e comunque, per assaporare qualcosa di più di una vita facile che ci vorrebbero far seguire.

Lo scrivere è stato e rimasto un punto fermo negli anni, scrivendo prima solo per me, poi decidendo di condividere con il mondo quello che ho da dire, senza costrizioni e senza censure. Sono fatto così, e queste sono le mie poesie, i miei racconti, pensieri, articoli …

Nel 2012 pubblico il mio primo romanzo “Lo Sguardo dei Faggi” edito da Aracne Editrice . Nel cassetto ancora qualche opera da finire e tante altre non ancora iniziate.

Da qualche anno mi sono anche appassionato alla fotografia e cerco di catturare i momenti, i dettagli, i Sogni, e renderli immortali, completando le mie immagini con le mie parole.

Da Febbraio a Maggio 2015 la mia prima mostra foto-poetica “Eternalize Your Dreams” (Rendi Eterni i tuoi Sogni) è stata esibita presso la Mind Gallery di Varsavia.

11218476_10204278807632832_5614314479255524563_n

Nel 2015 ho anche iniziato un nuovo progetto (momentaneamente fermo) Open Eyed Dreamers con la collaborazione di Patrycja Dlugon e noderadio, iniziando anche ad avere un mio programma radiofonico.

Nel 2016 l’arrivo del dono più grande, mia figlia Lara, cambia completamente la mia visione delle cose e la mia vita, portandomi a fare il punto della situazione e ad iniziare un nuovo capitolo, sicuramente il più importante: decido di mollare tutto, di andare contro tutti, e lascio il mio lavoro per seguire e inseguire le mie passioni.

Perché la mia felicità è più importante di ogni sicurezza economica, se questa ci è imposta attraverso lo sprecare il tempo facendo cose che non ci piace fare.
Perché ho delle responsabilità verso me stesso e verso la mia famiglia, e una di queste è quella di essere felice per poter donare loro tutto il meglio di me.

Perché l’importante, è non smettere mai di sognare e di darsi da fare per realizzare i propri sogni.

Sempre!

37 pensieri su “About

  1. Ciao Manuel, e grazie per essere passato dal mio blog! Il che mi ha dato modo di conoscere il tuo e ciò che fai… Ti seguirò ben volentieri!
    (Curiosità: cosa ti ha legato – o ti lega – alla Scandinavia? Te lo chiedo perché anch’io ho un legame parecchio forte con quelle terre…)

    • La cosa che più mi piace di WP è appunto la possibilità di leggere altre persone: sfogli i vari argomenti, inizio a leggere, e mi fermo su quelli che mi sembrano più interessanti. Come il tuo appunto 🙂
      Per quanto riguarda la Scandinavia, beh, sono arrivato quasi 12 anni fa e, visto la sitazione in italia e visto che qui il sistema funziona, mi sono fermato.
      Tu, che legame hai?

      • Più o meno lo stesso, solo che non ho (ancora) avuto il coraggio di mollare tutto e tutti, qui, e venire lassù. Sono sempre stato un appassionato di cultura nordica, storica e contemporanea, e ho sempre ritenuto quella parte di mondo la più avanzata sotto quasi tutti i punti di vista. Dunque, appena ho potuto, ho preso a girarla – certo in veste di turista, ma sempre indipendente – e nel corso degli anni l’ho visitata tutta…
        Tu in che zona risiedi, lassù?

  2. Conosco, conosco… In pratica l’Øresundsbron ha fatto diventare Malmö un sobborgo di Copenhagen! Bellissima København, la vidi la prima volta nel 2006, poi ci sono tornato più volte e ogni volta mi è parso migliorasse sempre di più… Io invece avevo (avrei) la possibilità di trasferirmi a Oslo, avendo amici italiani (ormai ex-) che vi abitano da quasi vent’anni, anche se ti devo confessare che la località di cui mi sono innamorato a prima vista, in Scandinavia, è stata Tromsø! Profondo Nord, una piccola Parigi in un paesaggio che pare già quasi quello di un altro pianeta, tra picchi montuosi, ghiacciai, altipiani senza nemmeno una pianta… Affascinante – almeno per me! 🙂
    Hai ragione… Temo che ormai pure certi paesi che noi consideriamo del “Terzo Mondo” siano più avanti rispetto alla povera Italia…

    • Non conosco la Norvegia (anche se sto valutando la possibilità di trasferirmici per motivi di lavoro) ma non passerà troppo tempo prima che andrò a fami un giro. Deve essere fantastica! Poi io sono un amante delle montagne e qui è abbastanza tutto piatto…anche se la natura è comunque qualcosa di meraviglioso.
      Io mi sono spostato da questa parte del ponte perchè nel Sjælland mi sentivo in prigione, troppo poco spazio per girare. Qui nello Skåne invece, in tre anni ancora sto scoprendo luoghi emozionanti…e basta guidare 20 minuti da Malmö per essere in mezzo al nulla.
      A københavn ci vado per fare festa 🙂

  3. Ah, ho messo nel mio carrello acquisti il tuo libro. Ricorda per certi aspetti la trama di un mio romanzo uscito tempo fa, “Libero”, che infatti narra di una fuga dalla “civiltà” sulla cima di una montagna, e di come quella stessa civiltà non consenta però di sfuggirle così facilmente, come se a ognuno di noi legasse una sorta di collare, lungo un tot ma che prima o poi si tende e ci “ristrattona” indietro…

  4. Ciao Manuel, ti prego di scusarmi se uso la tua About Page per chiederti se hai visto la mia risposta e se sei riuscito ad inviarmi la mail. Non vorrei che si fosse persa nell’oceano del web per qualche strano motivo e dato che ci tengo molto mi premeva accertarmi che fosse tutto chiaro. I miei contatti sono nella pagina Contatti del mio blog in ogni caso. Libero poi di cancellare questo commento che ha la sola finalità di entrare in contatto con te!!! 🙂 Un saluto, Fabio

  5. Buongiorno Manuel, sei il mio primo “like”, grazie 🙂 Un po’ come te, ho scritto per tanti anni, con molte pause, solo per me. Da poco, ho deciso di condividere quello che ho dentro. Grazie ancora, seguirò il tuo lavoro con interesse e gioia. M.

  6. Scusa, chi è che ti vuol far seguire una “vita facile”? Se uno si sente “costretto”, è un problema suo, o no? Non sai quanti prezzi devo pagare io per essere quella che sono.
    Apprezzo molto la tua passione per la fotografia, che condivido.

    • La famiglia, la società, tracciano già per te la via da seguire, la tua vita: questo è quello che fanno tutti, questo è quello che devi fare. Una bella strada larga, seguita dai più…facile no? E se spunti le tappe come spunti una lista della spesa lo può anche diventare… il problema subentra quando, sin da piccolo, quella strada non la capisci e non la vuoi seguire.
      Penso che molti si sentono costretti, pochi si ribellano anche perché non è affatto facile. e lo ammetto io stesso, che c’ho messo 42 anni a scegliere di seguire la mia strada (prima ho sempre tenuto il piede in due scarpe, comunque)
      che intendi per prezzi da pagare?

      Grazie mille per i complimenti e per condividere 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...