Site icon Manuel Chiacchiararelli

Farfalle: Pieris napi

Farfalle: Pieris napi

Torniamo a parlare di farfalle, questa volta presentandovi e mostrandovi la pieride del navone (Pieris napi), un lepidottero della famiglia Pieridae di cui fa anche parte la più nota cavolaia (Pieris brassicae)

Di piccole dimensioni, con un’apertura alare di 35-45 mm, presenta come le altre farfalle bianche, uno spiccato dimorfismo sessuale: la femmina ha due macchie su ciascuna delle ali anteriore, il maschio solo una, e presenta delle vene sulle ali decisamente più marcate. 

È una specie circumboreale diffusa in tutta Europa e in Asia, compreso il subcontinente indiano, il Giappone, il Maghreb e il Nord America e può vivere anche ad altitudini elevate: 2500 m nel centro Europa, 2600 m in Italia, 3600 m in Marocco.

A differenza della sua sorella maggiore, la cavolaia, non è da considerare un vero e proprio parassita in quanto le larve vengono depositate  principalmente su piante selvatiche.

Tra le curiosità legate a questo lepidottero, ricerche recenti hanno dimostrato che quando i maschi si accoppiano con una femmina, iniettano salicilato di metile insieme al loro sperma. L’odore di questo composto respinge gli altri maschi, assicurando così al primo maschio la paternità delle uova.

Nelle foto possiamo notare sia un esemplare maschio che femmina posati sui fiori del cardo campestre (Cirsium arvense). Nei primi scatti, anche in compagnia di una mosca, in particolare una Calliphora vicina.

La mia attrezzatura / My gear: Nikon D750 / Nikon D500 / Obiettivo Tamron 150-600mm f5-6.3 / GoPro 7 Hero black / Gimbal Neewer / Rollei Tripod C6i Carbon + Rode VideoMicro 

Farfalle: Pieris napi / Butterflies: Pieris Napi
Exit mobile version