Che c’è di sbagliato? What’s wrong?

Molti si sono indignati per questa affermazione, altri lo hanno preso in giro, altri ancora hanno detto, o pensato: a principe, e graziearcà!

Io leggo la data e penso che, proprio il 7 dicembre di 5 anni fa, ho lasciato il lavoro non perché non mi dava gioia, ma proprio perché mi stava uccidendo, di stress, di noia, di depressione ed istinti suicidi. Non sapevo cosa fare allora eppure ho scelto di mettere me e la mia felicità al proprio posto e, udite udite, dopo 5 anni sono ancora vivo, nonostante gli ultimi due non siano proprio stati facilissimi.

Perché le strade si trovano. Perché nel fare qualcosa che non ci piace per tutta una vita, pensando a non perdere quel poco che abbiamo, ci porta a perdere la cosa più grande: la nostra stessa vita.

Alla fine: che ha detto di sbagliato il principino?

Prince Harry recently said: “If your job isn’t a joy, change it. Choose happiness first”.

Many were outraged by this statement, others made fun of him, still others said, or thought it’s easy to say, if you are a prince.

I read the date and I think that, on December 7, 5 years ago, I left my job not because it didn’t give me joy, but because it was killing me, of stress, boredom, depression and suicidal instincts. I didn’t know what to do then and yet I chose to put me and my happiness first and, incredible but true, after 5 years I’m still alive, even though the last two were not really easy.

Because other ways can be found. Because doing something we don’t like for a lifetime, thinking about not losing what little we have, leads us to lose the greatest thing: our own life.

In the end: what did the prince say wrong?


40 risposte a "Che c’è di sbagliato? What’s wrong?"

  1. Capisco perfettamente, ci sono passato anch’io e non c’è niente di sbagliato in ciò che ha detto Harry e neanche in ciò che hai fatto tu. Continuare a fare un lavoro che non piace uccide veramente…e chissà quanti superstiti siamo!

      1. Vedi, quando è nata mis figlia io ho preso delle responsabilità verso di lei, ossia farla stare bene.
        E ho mollato il lavoro.
        Non perché sia venuto meno a quella responsabilità, ho solo cambiato le priorità: meglio darle i soldi o un padre felice?

  2. Forse il problema è che nel Regno Unito funziona(va) effettivamente così: se cerchi lavoro, in tempi ragionevoli lo trovi (almeno così era prima di pandemia e brexit, ora forse la situazione è diversa…). In paesi come l’Italia invece ti devi tenere stretto quello che hai, cambiare è più complesso, a volte impossibile

      1. Io non lo accetto. Un po’ per volta il mondo del lavoro deve cambiare anche da noi, così com’è è insostenibile.
        Il cambiamento effettivamente ci può essere se iniziamo a non accettare. A non accettare questo sistema, condizioni di lavoro insostenibili e il fatto stesso che il lavoro ci rovini l’esistenza

      2. Sono totalmente d’accordo con te, ma se vedi la situazione odierna, ti accorgi di come c’è e ci sarà sempre gente disposta ad accettare tutto.
        A discapito di tutti noi altri…

  3. Io credo che il Principe Harry non abbia detto nulla di sbagliato: se uno non è felice del lavoro che fa è giusto che si orienti su un lavoro che lo renda felice e con la voglia, ogni mattina, di alzarsi contento di andare a lavorare. 🙂

    1. Esattamente, amica mia, dovrebbe essere così… ma non lo è: leggendo alcuni commenti al mio post su Facebook, pare sia normale accettare qualsiasi lavoro, anche se mortificante, ed essere anche contenti.
      Una cosa che non ho mai capito e mai capirò

      1. Accontentarsi di un qualsiasi lavoro vorrebbe dire non credere nei propri sogni e nelle proprie potenzialità. Mi sa che chi accetta qualsiasi tipo di lavoro alla fine se ne pente sempre, pensando a quanto sarebbe stato felice se avesse scelto quello che voleva davvero fare e non quello che offriva il mercato. Mai accantonare i propri sogni in un cassetto ma fare di tutto perché si realizzino: solo questo renderà soddisfatto e felice di sé chi sceglie di fare un lavoro per cui si sente una vera passione, 🙂. Buon sabato pomeriggio Manuel e buon weekend, 🤗😘.

      2. Esatto, ma la maggior parte delle persone se ne rende conto solo quando è troppo tardi: meglio non pensare, meglio trovare surrogati e, se non si impazzisce prima, si arriva alla fine di questa grande farsa che è la vita.
        No, non può e bon deve essere tutto qui…
        Buona serata!

      3. Bisognerebbe seguire sempre i propri sogni e mettersi in gioco scegliendo quello che ci fa stare bene e non accontentarsi della prima opportunità ma saper rischiare: nella vita è sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti.
        Buona serata anche a te Manuel, 🤗!

  4. hai perfettamente ragione Manuel.
    Il principe non ha detto nulla di sbagliato, se non che lui è on una situazione assolutamente privilegiata. La gente, normalmente, deve preoccuparsi di mettere in tavola il cibo per sé e la sua famiglia, preoccupazioni che il principe non condivide.
    Quindi se il discorso lo fai tu, che facevi l’operai a Roma (per dire) e hai scelto di andare nella natura svedese, ci sta perfettamente.
    Se lo fa lui, ecco… anche meno.
    Un abbraccio

    1. Certo, anche se non credo che la vita da principe sia facile come si possa pensare: non avrà avuto il problema del mangiare, ma sicuro io non avrei cambiato la mia vita con la sua. Questione di preferenze e priorità.
      Il discorso è che, nel 2021, abbiamo accettato che non si possa fare quello che ci piace e che ci sia chi, nel mondo occidentale, non abbia qualcosa da mettere nel piatto (i poveri, nella sola Italia, sono quasi 10mln!).
      Dove dobbiamo arrivare per capire che questo sistema non funziona?

      1. mai pensato fosse facile la vita del principe!! ma di principi ce ne sono una decina, mentre di gente che deve fare i conti molta di più.
        In generale trovo corretto non accettare passivamente qualunque lavoro, ma anche avere la forza di cambiare non è semplice e per alcuni è più facile lamentarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...