Fuggendo questo clima / Fleeing this climate

A Roma da due settimane, passo il tempo perlopiù a casa, raffreddata a dovere dall’aria condizionata, dove riesco a sopravvivere: il solo uscire sul balcone per un sigaretta, od uscire per qualche visita o commissione, diventa insopportabile, schiacciata come è la città da questo caldo infernale e clima afoso.

Ma c’è un altro clima che non riesco proprio a sopportare: da quando sono tornato ho fatto lo sbaglio di ricominciare a guardare i telegiornali, leggere i quotidiani, passare troppo tempo sui social e la mia mente, come l’umore, vengono risucchiati dall’atmosfera di terrore e da quella dell’odio, del rancore e della violenza che si respirano ovunque. E non mi piace affatto.

E allora cero di fuggire, per quanto possibile, da questa realtà, trovando riparo nei ricordi dei miei luoghi fatati, dove presto tornerò per riscoprire la serenità e l’irriducibile voglia di continuare a sperare in un mondo migliore.

Perché al caldo e all’afa preferisco la rinfrescante pace delle foreste. 

Al clima di terrore, odio e violenza, pure.  

Foto scattate con: NIkon D750 + Nikon Nikkor 24-120 f4

Pictures taken by: NIkon D750 + Nikon Nikkor 24-120 f4

In Rome for two weeks, I spend most of my time at home, properly cooled by the air conditioning, where I manage to survive: just going out on the balcony for a cigarette, or going out for some visit or errand, becomes unbearable, crushed as is the city ​​from this infernal heat and sultry climate.

But there is another climate that I just can’t stand: since I returned I have made the mistake of starting to watch the news, read the newspapers, spend too much time on social media; and my mind, like my mood, are sucked into the climate of terror and that of hatred, resentment and violence. And I don’t like it at all.

So I try to escape, as far as possible, from this reality, finding shelter in the memories of my enchanted places, where I will soon return to rediscover serenity and the irreducible desire to continue hoping for a better world.

Because I prefer the refreshing peace of the forests to heat and sultriness.

To the climate of terror, hatred and violence, too.


31 risposte a "Fuggendo questo clima / Fleeing this climate"

  1. Villa borghese e il parco degli acquedotti non sono il massimo ma dovrebbero tenerti lontano da telegiornali e terrore almeno per un po’… Se ti è possibile invece ti basta andare sul lago di Bracciano… o immergerti nella valle dell’Aniene ciao Manuel …

    1. Guarda, ieri sono tornato da un paio di giorni dalla casa sul Lago di Bolsena, e già ha aiutato. Adesso spero di poter andare a fare un giro in Abruzzo… 😊😉
      Grazie mille e un abbraccione 😊

  2. Ciao Manuel, ti leggo sempre con piacere, hai il sole in casa:) ti assomiglia tanto.
    Non accendere il telegiornale 😁
    Comunque, la natura fa sempre bene e rilassa la mente, ma ricorda che l’amore della famiglia e/o degli amici è più forte di qualunque notizia orribile.

    L’ottava nota
    Spelling una parola per un sogno (questo titolo non sono sicura sia giustissimo )
    Il paradiso per davvero.

    Sono film che fanno bene.

    Ti abbraccio, con affetto isa

  3. Mi sono soffermata a leggere queste parole. Potrei, con disinvoltura, affermare di averle scritte io perché mi rispecchio al 100%. Sento un bisogno enorme di stare un po’ in contatto con la natura e, dato che vivo in Sicilia e la temperatura minima è di 40°, mi accontento del mio piccolissimo giardino, dove ho un albero di limone che a volte abbraccio e qualche piantina con cui parlo (certo, descritto così sembrerebbe quasi che avessi bisogno del TSO).

    1. Prima di tutto ciao e grazie mille per avermi letto 🙂
      Guarda, penso che qualsiasi contatto con la Natura sia salutare ed aiuti a stare meglio. Quindi continua pure ad abbracciare il tuo limone e le piantine: fa bene a te, fa bene a loro 🙂😉

  4. Ciao!

    Hai tutta la mia solidarietà, perché anche io soffro moltissimo per queste alte temperature.
    La mia vita per tutta questa stagione è un vero e proprio incubo.
    Ti comprendo…

    Non sono un fotografo, ma ti faccio i miei complimenti per le bellissime foto.
    E per il luogo in questione… Che potresti aspettarti da uno che si chiama “Scimmione”?
    Indubbiamente mi piace! Anzi, se ti serve compagnìa, fai un fischio!
    Ne approfitto anche per ringraziarti per avermi dato il mio primo “like”!

    1. Ma grazie mille a te!
      Qui adesso le temperature sono ottimali, anzi quasi troppo freddine e non passerà molto prima di ritirare fuori berretto, guanti e calzamaglia 🤣🤣
      Quindi, se non ti piace il caldo qui è perfetto.
      Ti aspetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...