La beccaccia di mare / The oystercatcher

Nonostante il freddo e gli sbalzi di temperatura (ieri nevicava) la migrazione va avanti, e oggi ne approfitto per presentarvi uno dei nuovi arrivi.

La beccaccia di mare (Haematopus ostralegu) è un trampoliere grande e compatto con una lunghezza da 39 a 44 cm, di cui il becco è da 6,5 ​​a 9 cm e ha un’apertura alare di 72-83 cm. È principalmente bianco sotto e nero sopra. Ha un lungo becco da rosso arancio a rosso, zampe rosa e occhi rossi. Femmine e maschi sono simili, tranne per il fatto che il becco della femmina è in media leggermente più lungo.

È chiamato anche ostrichiere perché è uno dei pochi uccelli che riesce ad aprire le ostriche, o separandole o martellandoci sopra con il becco, anche se non si nutre solo di queste.

È anche l’uccello simbolo delle Isole Faroe.

Nikon D500 + Tamron SP 150-600mm F/5-6.3 Di USD G2 SLR

Nikon D500 + Tamron SP 150-600mm F/5-6.3 Di USD G2 SLR

Despite the cold and temperature changes (yesterday it was snowing) the migration continues, and today I take this opportunity to introduce you to one of the new arrivals.

The oystercatcher (Haematopus ostralegu) is a large and compact wader with a length of 39 to 44 cm, of which the beak is 6.5 to 9 cm and has a wingspan of 72-83 cm. It is mostly white below and black above. It has a long orange-red to red beak, pink legs, and red eyes. Females and males are similar, except that the female’s beak is slightly longer on average.

It is called oystercatcher because is one of the few birds that manages to open oysters, either by separating them or by hammering on them with its beak, even if it does not feed only on these.

It is also the national bird of the Faroe Islands.


33 risposte a "La beccaccia di mare / The oystercatcher"

      1. qui da me nelle prealpi bresciane per ora ha fatto solo una finta, e subito ha ripreso questa spaventosa siccità, solo ora gelida; mi dice mia figlia dagli Emirati che quest’anno non hanno visto una sola goccia di pioggia neppure loro, rispetto ai due o tre giorni d’acqua a cui erano abituati.

  1. Un altro esemplare di uccello di cui non conoscevo l’esistenza. Grazie per erudirci sui figli di Madre Natura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...