Tornare a vivere… / Come back to life…

Ieri e oggi sono tornato a lavorare, ad accompagnare i miei ospiti nelle mie esperienze nella Natura svedese, in questo caso ad avvicinarci alla colonia dii foche comuni e grigie.

Da febbraio, finalmente, ho lavorato. Ma non è il discorso economico (troppe uscite dovrò fare per recuperare…), ma è un’altra cosa a rendermi felice.

Essere tornato ad una parvenza di normalità, per prima cosa, ma soprattutto essere tornato a fare quello che mi piace, a condividere le mie passioni, a regalare ai miei ospiti delle esperienze indimenticabili.

E penso, allora, a chi come me sta vivendo periodi bui, indecifrabili, insicuri. A quanti stanno per chiudere bottega, a quanti lo hanno già fatto, e a tutti quelli che, adesso, non pensano neanche più al loro sogno di aprirne una.

E non è solo una questione economica, perché qui si parla delle nostre passioni, dei nostri sogni, della nostra vita!

Che, e sarebbe ora, dovrebbe esserci data indietro…

Yesterday and today I went back to work, to accompany my guests in my experiences in the Swedish Nature, in this case to get closer to the colony of common and gray seals.

Since February, I have finally been working. But it is not the economic issue (too many exits I will have to do to recover…), but it is another thing to make me happy.

To be back to a semblance of normality, first of all, but above all to be back to do what I like, to share my passions, to give my guests unforgettable experiences.

And I think, then, of people like me who are experiencing dark, indecipherable, insecure times. To those who are about to close their shop, to those who have already done so, and to all those who, now, no longer even think about their dream of opening one.

And it is not just an economic problem, because here we are talking about our passions, our dreams, our life!

Which, and it would be about time now, should be given back to us…


43 risposte a "Tornare a vivere… / Come back to life…"

  1. Ciao Manuel, Non mollare, continua così che ci allieti i giorni e ci fai sognare.
    Il covid sta segnando tutti Il distaccamento sociale, La chiusura di locali, aziende ecc…, le passeggiate limitate, e tutto il resto rende tutti quanti molto vulnerabili, deboli, svogliati, ci si isola per paura di essere contagiati, ma fa male, al cuore, al morale, alla vita, all’economia, al sociale.
    Quindi Manuel, non smettere di rubare gli scatti magici che hai ripreso a fare.
    Un abbraccio Isa

    1. Non smetto no, lo faccio per passione personale prima di tutto, ma mi sono ricordato di quanto mi piece poter condividere, dal vivo, le mie passioni con i miei ospiti, vederli felici, entusiasti.
      E penso a tutti quelli che fanno il loro lavoro con passione, a quanto manchi non poter donare un sorriso, un ricordo, ai propri clienti. Proprio perché non è tutta una questione di soldi, ma di sogni… che sone più importanti ❤️
      Grazie mille Isa, un abbraccio 😘

      1. Esattamente, indipendentemente dal tipo di lavoro che fai vivi per donare agli altri.
        Io vivo per il mio lavoro.
        Grazie di cuore per essere il mio fan più grande

      2. Caro Manuel, mi sono dimenticata di chiederti, tu come stai??
        Come va in Svezia con il covid?
        X caso conosci una persona di nome Fabiola Cariaga??

        Sei riuscito a leggere qualcosa??

        Io non mi sento molto bene, ma sorrido sempre. Un abbraccio Isa

      3. Ciao Isa!
        Io sto bene, nonostante tutto cercando di vedere ancora il lato positivo, le opportunità e possibilità che si potranno presentare.
        La situazione in Svezia è difficile da decifrare, anche qui l’ondata sta crescendo, ma il discorso è lungo e crea sempre più domande senza risposte.
        E no, non conosco Fabiola.

        Mi dispiace tu non stia troppo bene, ti auguro di tornare in forma il primo possibile ❤️

        Ho iniziato, devo finirlo, poi rileggerò e ti farò sapere 😉
        Un abbraccio

      4. Wow ma sei un velocista:) quasi come il dr. Rid in criminal minds!! 😂😂

        Sai, il fatto che ho dovuto fare 2 interventi nel giro di 2 mesi mi ha affaticata un po’ sinceramente, poi il fatto che sicuramente quest’anno faremo il natale senza mia sorella e la sua famiglia, il fatto che anche se è vero che inizialmente di mio principio non volevo avere figli, adesso che è una certezza che non posso averne nemmeno per sbaglio xke ho tolto utero tube e collo dell’utero, e il fatto che ho l’umore traballante, anche se non piango mai…. Non mi fa sentire molto bene tutto questo capisci??

        Tu riuscirai a vedere la tua bambina e fidanzata o moglie a natale??

        Capisco che anche li non sia facile la situazione.

        Ti sono vicina virtualmente tua amica isa

      1. Che non sono proprie e vere leggi, ma raccomandazioni che si basano, in teoria, sul senso di responsabilità svedese… che poi non c’è

  2. Tempi duri per tutti ma non bisogna mai mollare e speriamo che si possa uscire il più presto possibile da questa brutta situazione. Buone passeggiate in mezzo alla natura e buon lavoro, 🙂.

    1. Grazie mille, Eleonora, e lo spero anche io.
      Perché so che ci sono persone che amano davvero il loro lavoro e rendere felici i propri clienti, e sarebbe un vero peccato perdere questo entusiasmo…

      1. “in teoria, sul senso di responsabilità svedese… che poi non c’è”…la Svessia è a nord della Danimarca e Sciacaspere mi sembrava lupus in fabula 😀

  3. lo so, lo so, mi ero chiesto più di una cosa su alcuni casi che avevano messo alla prova il “sistema” Svezia. Poi magari un giorno teniamo un simposio. 😂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...