Farfalle: Aglais io / Butterflies: Aglais io

Oggi vi presento questa meravigliosa farfalla: la vanessa io, o occhio di pavone (Aglais io).

Il suo epiteto specifico fa riferimento a Io, sacerdotessa di Giunone dalla leggendaria bellezza e, in effetti, quello che colpisce di questa farfalla, è sicuramente la splendida colorazione delle ali.
Ma, come spesso accade in Natura, la bellezza non è mai fine a se stessa, ed infatti sia la colorazione rosso mattone con riflessi dorati, che le quattro vistose macchie variopinte a forma di occhio (ocelli), sono la principale arma di difesa contro i predatori: il colore perché suggerisce un sapore sgradevole, gli ocelli perché ricordo gli occhi dei predatori dei suoi predatori, in genere piccoli passeriformi. È stato studiato, comunque, che anche il pollame reagisca a questa arma di difesa.
La parte inferiore delle ali, invece, è di un colore bruno-nerastro e, quando chiuse perpendicolarmente , fanno assomigliare la farfalla ad una foglia, facilitandone quindi il mimetismo.

Dico la verità, avrei preferito riuscire a fotografarle su qualche bel fiore, ma non me ne hanno dato la possibilità: stavo camminando su una strada sterrata e le farfalle continuavano ad alzarsi i volo per poi riposarsi sul terreno pochi metri avanti a me; quando sopraggiungevo, si spostavano ancora qualche metro e così via per quasi tutto il tragitto.
Il motivo è semplice: aveva piovuto da poco e le farfalle si stavano scaldando le ali al sole, comportamento detto “basking” (crogiolarsi), in pratica utilizzandole come dei pannelli solari che accumulano calore e, raggiunta una determinata temperatura, consentono alla farfalla di riprendere il volo alla ricerca di cibo.

Foto scattate con Nikon D500 e Tamron SP 150-600mm F/5-6.3 Di USD G2 SLR

Questo slideshow richiede JavaScript.

Today I present you this wonderful butterfly: the European peacock, or peacock butterfly (Aglais io).

Its specific epithet refers to Io, priestess of Juno with the legendary beauty and, in fact, what is striking about this butterfly is certainly the splendid coloring of the wings.
But, as often happens in Nature, beauty is never an end in itself, and in fact both the brick red coloring with golden reflections, and the four showy colorful eye-shaped spots (ocellus), are the main defence mechanisms against the predators: the color because it suggests an unpleasant taste, the eyespots because remind the eyes of the predators of its predators, generally small passerines. It has been studied, however, that chickens also react to this defence mechanisms.
The lower part of the wings, on the other hand, is of a blackish-brown color and, when closed perpendicularly, make the butterfly resemble a leaf, thus facilitating its camouflaging.

I tell the truth, I would have preferred to be able to photograph them on some beautiful flower, but actually they did not give me the chance: I was walking on a dirt road and the butterflies kept on taking off and then lying on the ground a few meters ahead; when I was approaching, they still moved a few meters and so on almost all the way.
The reason is simple: it had just rained and the butterflies were warming their wings in the sun, behaviour called “basking”, in practice using them as solar panels that accumulate heat and, once reached a certain temperature, allow the butterfly to resume flight in search of food.

Pictures taken by  Nikon D500  and Tamron SP 150-600mm F/5-6.3 Di USD G2 SLR

30 pensieri su “Farfalle: Aglais io / Butterflies: Aglais io

  1. Le funzioni del colore e delle immagini sono funzionali alla sopravvivenza e veramente sono occhi che possono indurre spavento. Comprendo meno come nasca il termine, questa volta patologico, di una foglia di ulivo che ha il mal “occhio di Pavone”. Quest’anno poi il mio ulivo di 60 anni ha un discreto attacco (foglie gialle con maculature brune). Saluti

  2. La farfalla non vive per cibarsi e invecchiare, vive solamente per amare e concepire, e per questo è avvolta in un abito mirabile…
    Tale significato della farfalla è stato avvertito in tutti i tempi e da tutti i popoli…
    È un emblema sia dell’effimero, sia di ciò che dura in eterno… È un simbolo dell’anima…
    (Hermann Hesse)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...