Vivere / Living

“Cosa vuoi fare da grande?”
Da piccolo rispondevo che volevo fare il benzinaio.

A dir il vero, a neanche 4 anni, ho anche scandalizzato due vecchiette rispondendo che volevo fare l’assassino e il drogato, facendo vergognare mia madre e ridere a crepapelle mio padre.

Poi hanno smesso di chiedermelo, ed io stesso non ho mai capito cosa volessi fare da grande, e forse non lo so neanche adesso.

Quando lo chiedo a mia figlia, 3 anni e mezzo, dice che vuole fare la ballerina-fotografa-pittrice, e la cosa mi piace perché mostra che ha dei sogni e che vuole esplorare. E quei sogni non voglio toglierli, poi sarà lei a decidere.

Se però fosse lei a chiedermelo, adesso, le risponderei che vorrei, semplicemente, “vivere!” E vorrei che anche lei iniziasse a pensarla alla stessa maniera.
E se mi chiedesse “cosa significa vivere, papà?” Le risponderei…

Le risponderei che la vita è una sola e vivere non dovrebbe mai essere dato per scontato.
Le risponderei che la vita dovrebbe essere un percorso di crescita continua, una scalata verso alti livelli di spiritualità interiore e grande conoscenza dell’universo che è dentro di noi.
Le risponderei che la vita è fatta per fare esperienze e scoprire quello che ci piace, quello che ci fa stare bene.
Le risponderei che la ricerca della nostra felicità e la realizzazione dovrebbe essere l’unico scopo.
Le risponderei che sprecare la vita a fare cose che non ci piacciono, non dovrebbe essere un’opzione.
Le risponderei che vivere non dovrebbe essere né una risposta assurda né una scontata…

Perché dovremmo scegliere di vivere e non di sopravvivere.
Sempre!

“What do you want to do as an adult?”
As a child I replied that I wanted to be a gas station attendant.

To be honest, at the age of 4, I also scandalised two old women by replying that I wanted to be a murderer and a drug addict, making my mother ashamed and laughing my father out loud.

Then they stopped asking me, and I myself never understood what I wanted to do when I grew up, and maybe I don’t know even now.

When I ask my daughter, 3 and a half years old, she says she wants to be a dancer-photographer-painter, and I like it because it shows that she has dreams and that she wants to explore. And I don’t want to take those dreams away, she will decide later on what to do with her life.

But if it were she who asked me, now, I would reply that I would simply like to “live!” And I would like her to start thinking the same way too.
What if she asks me “what does it mean to live, daddy?” I would answer her …

I would answer that life is one, and one only, and living should never be taken for granted.
I would answer that life should be a path of continuous growth, a climb to high levels of inner spirituality and great knowledge of the universe that is within us.
I would answer that life is made to experience and discover what we like, what makes us feel good.
I would reply that the pursuit of our happiness and fulfilment should be the sole purpose.
I would reply that wasting our life doing things we don’t like should not be an option.
I would reply that living should be neither an absurd nor a foregone answer …

Because we should choose to live and not to survive.
Always!

11 pensieri su “Vivere / Living

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...