Il freddo, gli alberi, il silenzio… / The cold, the trees, the silence…

Era un po’ di tempo che non avevamo più avuto uno stretto contatto con Madre Natura, un po’ per le ferie appena trascorse in Polonia, un po’, prima, per il tempo trascorso a fare i regali di natale.

Ne avevamo bisogno, tutti e tre, visto che anche la piccola Lara sembra preferire gli alberi e un cielo blu che sorvoli il suo passeggino, alle luci e alle persone di qualche centro commerciale.

Così, nonostante il freddo, siamo tornati nell’aerea escursionistica di Snogeholm, una cinquantina di km ad est di Malmö, che, con i suoi sentieri attrezzati per disabili, fa’ al caso nostro e del nostro passeggino.

Ci siamo immersi nel silenzio della foresta, abbiamo costeggiato il lago ghiacciato, abbiamo ammirato ancora una volta alcune delle secolari querce della zona (“gli alberi della memoria” come li hanno soprannominati qui, e che sono diventati una delle principali attrazioni).

Certo, abbiamo subito e sentito il freddo, noi certamente più di Lara al caldo nel suo passeggino.

Ma eravamo solo noi, vicini e stretti,e una favola di ghiaccio attorno: il freddo, la foresta, il silenzio.

E gli ultimi raggi di sole a colorare il momento.

Il sorriso innocente e meravigliato di nostra figlia a giustificare il tutto.

 

It has been a while since we have been closer to Mother Nature, a bit because of the last holidays in Poland, and for the time spent doing Xmas shopping before.

We needed it, both of us and even our little Lara, which seems to prefer to look at trees and a blue sky over her stroller, than lights and people in some shopping center.

So, despite the cold, we came back for a walk in the well-equipped area of Snogeholm, about fifty kilometers east of Malmö, which has trails suitable for disables and so very good for our stroller.

We went deep in the silence of the forest, we skirted the frozen lake, we admired – once again – some of the centuries-old oak trees in the area (”the trees of memory” as have been nicknamed here, and they are one of the area’s pride).

Of course, we have suffered and felt the cold, us more than the warm Lara in her stroller.

But we were there, only us, holding and hugging each other, surrounded by an icy fairy tale around: the cold, the forest, the silence.

And the last rays of sun painted the moment.

The innocent and amazed smile of our daughter gave a sense to everything.

2 pensieri su “Il freddo, gli alberi, il silenzio… / The cold, the trees, the silence…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...