Stasi / Standstill

(ENGLISH BELOW)

Sabato scorso siamo stati alla “cittadella” (o castello) di Landskrona, una quarantina di chilometri a nord di Malmö.
Il tempo non era dei migliori, nuvolo e un po’ troppo ventoso forse per avventurarsi in una passeggiata lungo la costa; ma cerchiamo sempre di sfruttare al massimo ogni occasione per portare fuori nostra figlia, prima dell’arrivo del lungo, freddo e buio inverno svedese.

Dopo una passeggiata nel tranquillo parco che circonda la fortezza, protetta dal canale, siamo tornati sul lungomare giusto in tempo per assistere ad un nuovo spettacolare tramonto.
È partito in sordina forse, non promettendo niente di particolare: ma abbiamo imparato a non desistere, a dare sempre a Madre Natura la possibilità di sorprenderci.
Il freddo cominciava a farsi sentire sempre di più, ma siamo riusciti a trovare un posto riparato dal vento che, a mano a mano, cresceva di intensità.
Ho tirato fuori il cavalletto e preparato la mia Nikon D3200; Patty ha tirato fuori un termos di caffè caldo; Lara era al caldo nel suo passeggino, e dormiva tranquillamente.
E noi, con calma ci siamo gustati un nuovo tramonto spettacolare, sotto un cielo profondo di nuvole veloci, in bilico tra la Svezia e la Danimarca di fronte.
La luce si incendiava al di sotto del manto di nubi pesanti e incombenti, poi il sole ha avuto la meglio e ci ha regalato gli ultimi raggi quasi a volerci scaldare per ripagarci del freddo sopportato.
Poi veloce è andato a dormire lontano, mentre, per un attimo, il vento smetteva di soffiare.

Silenzio, stasi. E un istante eterno che si eleva a poesia…

Last Saturday we had a trip to Landskrona Citadel, around 40 km north of Alma.
The weather was not the best, cloudy and maybe little bit too windy to go by the coast, but we are always trying to get another possibility to go out with our daughter before the long, dark and cold Swedish winter will finally settle down.
After a short walk in the quiet park around the castle, with its channel to protect it, we came back by the sea to enjoy another spectacular sunset.
It was not that promising at the beginning, to be honest, but we learned from the past to always give to Mother Nature another chance to surprise us.
It was getting colder and colder, the wind was growing stronger and stronger, but we manage to find a good shelter behind a house.
I settled my tripod and my Nikon D3200; Patty fixed some warm coffee; Lara was sleeping peacefully in her stroller.
And so we could enjoy another amazing sunset: deep and fast clouds were lapsing between Sweden and Denmark, a surreal light under them put the horizon on fire.
Then the sun won the battle and, for a moment, we were warmed up by its last sunbeams, as a
reward for all the cold we had to face.
Then it quickly went disappear faraway, while the wind stopped blowing.

Silence, standstill. And in an eternal instant everything became poetry…

2 pensieri su “Stasi / Standstill

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...