First Love

Ultimamente ascolto spesso l’ultima canzone di Jennifer Lopez, First Love. Mi mette allegria e mi ritrovo a canticchiarla anche se penso che il ritornello sia una stupidata pazzesca.
“I wish you were my first love/ ‘Cause if you were first/ Baby there would have been no second, third or fourth love” (Avrei voluto tu fossi il primo amore/perché se eri il primo non avrei avuto il secondo,il terzo o il quarto amore)

Ho sentito spesso questa frase, almeno dalle donne con cui ho avuto storie serie e importanti. L’ho sentita e l’ho lasciata cadere senza dare risposte, proprio perchè è un concetto che non condivido. Se mi sono amato con una donna, più o meno intensamente e a fondo, è proprio perché ognuno di noi portava con se il proprio passato, pezzi di storie precedenti, magari anche ferite più o meno profonde.
Senza amori passati non saremmo le persone che siamo ora, quelle delle quali gli altri si innamorano o di cui ci innamoriamo…
Però…

L’altro giorno stavo riordinano i miei cassetti di libri, quaderni e fogli sparsi, e ho trovato una lista che mi ha messo una tristezza infinita.
È la lista che avevo iniziato quando ero più giovane, quando volevo annotare tutte le ragazze o donne con le quali ero stato. Mi sono ritrovato a scorrere nomi e numeri, uno dopo l’altro: prima dieci, poi venti, trenta, cinquanta, cento e ancora giù…
E mentre leggevo cercavo di ricordare i volti, le situazioni, anche solo qualche piccolo particolare, o almeno che periodo o anno fosse. E molte volte, a dire il vero troppe, non sono riuscito proprio a ricordare: molti sono e restano solo nomi su un foglio, avventure di una notte sola magari, o di qualche giorno, ma così poco importanti per me da finire nel dimenticatoio assoluto. Con alcune magari ero alla ricerca e ho sperato anche in una storia d’amore, con altre mi curavo forse le ferite, con altre era ed è stato solo sesso…
E in mezzo a tutti questi nomi senza volto o ricordo, ci sono quelle poche storie importanti, distanti tra loro, quelle che saltano subito agli occhi perchè sono nomi ricalcati e sottolineati, che sono stati incisi e restano attaccati ancora alle pareti del cuore e dell’anima. Quelle che mi hanno segnato nel bene e nel male…
Mancano le ultime, quelle degli ultimi anni, da quando ho smesso cioè di collezionare numeri e nomi; mancano quelle future, fosse solo per il fatto che sto ancora cercando, sperando…

E lo ammetto, a quasi 40 anni, vorrei adesso vedere solo un nome scritto su quel foglio..
Sicuramente non sarà il primo, ma almeno che sia l’ultimo…

5 pensieri su “First Love

  1. Ogni volta che si ama, si vorrebbe che fosse l’unico e l’ultimo.
    Manuel, te lo auguro.
    E me lo auguro…
    P.S.
    Le tue riflessioni le trovo spesso…sintoniche al mio vissuto che, così, prende voce. Grazie 🙂

    • Ciao Roberta 🙂
      fa molto piacere quello che hai scritto, grazie a te prima di tutto 🙂

      Vedrai che alla fine lo troviamo e sarà la risposta a tutte queste domande e il senso deil nostro aspettare e del nostro girovagare
      Bisogna crederci fino in fondo
      Io, e spero anche tu, non mollo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...