Per strada…

Come tutte le mattine esco di casa alla solita ora e vado a piedi al lavoro: sono circa 3 chilometri e mi piace prendere un po’ d’aria fresca la mattina, soprattutto adesso che è arrivata la bella stagione.
Faccio quasi sempre lo stesso tragitto, da quasi 4 mesi ormai, e come ogni mattina incontro quelle persone che in questo periodo hanno attirato la mia attenzione, senza un particolare motivo, a prescindere dal fatto se siano o no persone del sesso opposto più o meno attraenti.
Sono donne, uomini, persone anziane, studenti, avvocati, infermiere, impiegati, pensionati o chissà cosa altro. Frammenti di altre esistenze che ogni mattina si sfiorano, si intrecciano, prima di tornare alla loro quotidianità, alla loro vita e tutto quello che essa racchiude.
Anche oggi, nei primi 500 metri di strada, incontro due donne che oramai “conosco”.
La prima è una ragazza tra i 20 e i 25 anni: è vestita sempre bene, porta gli auricolari e tiene in bella mostra il suo Iphone; agganciata all’altro braccio una borsa firmata. Sembra sempre pensierosa, sempre arrabbiata, anche se sembra solo il suo modo di nascondere l’insicurezza tipica di quell’età.
Non abbiamo mai incrociato lo sguardo, lei lo abbassa o fa finta di guardare qualche macchina che passa vicino O fissa il vuoto, ostentando una donna che non è..
Più avanti incontro una signora: è in quell’età indefinibile che potrebbe essere tra i 40 e i 60, dipende da quanto il tipo di vita fino ad ora condotto ha lasciato tracce visibili su di lei. Veste quasi sempre sportivo;. spinge sempre a mano la sua bicicletta. Dai i primi giorni sempre sorridente, emana serenità e sicurezza.
Quando ci incontriamo adesso ci scambiamo un sorriso e un buongiorno, come è giusto che sia.
Due propensioni alla vita, almeno per me che guardo dal di fuori, completamente opposte in pochi metri di strada.
E in quel corto tragitto che separa la ragazza dalla donna, mi piace pensare al percorso della vita per molti di noi, all’insicurezza che svanisce nell’acquisizione di una salda fiducia in se stessi, e dall’armonia che si prova con il mondo quando, crescendo, si smette di combatterlo a tutti i costi.
E allora non si ha più paura di sorridere incontrando lo sguardo degli sconosciuti…

22 pensieri su “Per strada…

  1. ..questo mi garba!!!
    …a volte mi è capitato che uno sconosciuto mi salutasse…e son rimasta sorpresa…
    ma è bello, fa sorridere, e sotto sotto ti fa sentire quasi importante…nel senso che se senti di esistere…non solo per una questione di educazione…
    …perfetto no?
    ..lo vedi che quando t’ho soprannominato TENERO …avevo ragione!
    🙂 bye

  2. E’ bellissimo iniziare la giornata donando un sorriso e ricevendone uno, o più. La ragazza curva sul suo iPhone si perde molto…ma crescerà..
    Ciao 😉

    • Ed è gratis 😉
      Si, imparerà…poi magari mi sbaglio e le due sono completamente opposte all’immagine che mi sono fatto di loro…ma questo è quello che esprimono, e che è molto importante come spiegavo in un altro post (20 secondi)
      Ciao

      • Ora vado a leggere l’altro post…ma in genere la ‘prima impressione è quella valida…e gli occhi dicono molto, come gli sguardi, o i non-sguardi. Mi piace tanto osservare le persone e cercare di coglierne le sfumature per immaginarne le caratteristiche… 🙂 Ci vediamo sull’altro post, ciao. 🙂

  3. Bella descrizione di questo pezzo di mattina. Non fare caso ai comportamenti rigidi degli altri; fuori siamo personaggi e solo dentro siamo persone. Prova a farle un saluto (alla ragazza) e chissà che la sua gentilezza venga fuori… e poi… facci sapere!
    Ultimamente il tuo blog ha una luce diversa: il cielo è blu sopra le nuvole. Un messaggio di ottimismo e speranza. Bravo.

      • Certo… Il bello è che con gli anni si migliora! Perlomeno fino a un certo punto… 😉 Oltre quel punto, nell’area over 70… Dipende da come ci si arriva… Tu hai davanti il meglio! 🙂

      • mmm, mi hai dato spunto forse per un post futuro 🙂
        Prima pensavo che i 20 anni erano i migliori, quando hai la forza e la voglia di spaccare il mondo…Il problema è che non sai dove e come indirizzarla quella forza.
        Crescendo ti rendi conto di come sia, per molti versi, aver trovato la tua strada e cammini senza chiederti sempre da che parte andare…e il cammino in avanti diventa piacevole, ne sono convinto 🙂

      • È così… Aspetto di leggere il post! Quando ho compiuto 40 un amico mi mandò uno scritto della Fallaci sui 40 anni, tipo quello sui trent’anni , più famoso. Se lo trovo te lo mando. Ciao, e buona giornata, buone osservazioni per strada…

  4. Durante una delle mie camminate obbligatorie quotidiane,mi capita spesso di pensare perchè non si saluta, incrociando un’altro essere umano.Perchè sempre quegli occhi bassi sfuggenti,proprio come descrivi tu. La cosa che fa più rabbia è quando persino chi conosci finge di non vederti ; ) Di solito esco da casa armata di sorriso,animata di buoni sentimenti,propensa a salutare qualsiasi persona mi si pari davanti.Cercando di non abbassare lo sguardo..conoscenti e non.Ma dopo un paio di km inizio ad abbassare la testa sconsolata.Le teste basse,gli ignori,i grugniti dei saluti sforzati,il poco rispetto di alcune persone che non si spostano al tuo arrivo nemmeno se tu suonassi un allarme nucleare.Diciamo che al ritorno la mia espressione è pressapoco come la ragazza che incroci tu ogni giorno….Chissà,forse anche lei desidera che tu la saluti..Ciao e buona giornata.

    • Penso che dipende molto dallo stato d’animo, certo, ma poi subentrano anche le paure, l’essere malfidati, e non ultimi i problemi personali.
      Quando tutto va bene risulta più facile sorridere agli altri, certo, ma comunque quella positiva energia arriva comunque a chi ci sta incontro.
      E sorridere, o ricevere un sorriso, potrebbe migliorare molte cose anche se rimane un piccolo gesto.
      Cercherò di sorridere alla tipa, sempre che non pensi che ci sto provando 😀 (facile, a quella età …)
      Buona giornata anche a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...