All’imbrunire / At Dusk

All’imbrunire capita di fare incontri e “perderne” altri. Un bel po’ dopo il tramonto, che qui è ancora alle 21:50, ho lasciato la macchina per andare a controllare una piccola radura nel mezzo della foresta, dove 4 daini maschi – di cui un piccolo, forse dello scorso anno – evidentemente mi stavano aspettando. Se tre…

Alla prossima! / Next time!

Neanche questa volta sono riuscito a fargli una foto decente, nascosto com’era in mezzo all’erba alta. E la cosa inizia ad assomigliare sempre più ad una sfida, visto che continuo ad incontrarli, in certi casi come in Wandering Italia anche quasi a scontrarmici, senza mai riuscire però ad avere una foto degna di entrare nel…

A volte… / Sometimes…

Come fotografo e guida naturalistica, la conoscenza del territorio è importantissima, soprattutto per quanto riguarda il conoscere esattamente la fauna selvatica che vive in una particolare zona. Questo mi da modo, non solo di poter mostrare questi animali ai miei ospiti, ma anche di poter ottenere fotografie sempre migliori, in quanto, se è vero che…

Sospeso / Suspended

Per pensare a fondo o non pensare affatto, trovare un punto di partenza o di arrivo sedando urla di ribellione in attimi di pace nell’armonia dell’armonioso silenzio. Qui torno a vivere perso tra le mie parole più intime mentre Madre Natura mi circonda, mi avvolge io rimango sospeso perso nel mio tempo fuggito via che…

Una coppia indaffarata / A busy couple

Mentre ero in appostamento aspettando le aquile, la mia attenzione è stata rapita da questa coppia di codirossi, che facevano spola tra una piccola foresta e quest’albero dall’altra parte della strada. Ogni volta tornavano con qualche preda da mettere nel nido, anche se il maschio, quello più colorato, si fermava spesso tra i rami, con…

Pennellate di colore / Brush strokes of color

Qualcosa di diverso, per una volta, ogni tanto, non solo foreste e verde, ma un po’ di colore!! Sono uscito proprio con l’intento di fotografare i papaveri, che qui sono nel pieno della fioritura. Li adoro, forse perché mi ricordano la gioventù, il preludio delle estati senza pensieri ormai alle porte, le fughe fuori città…